Archivi giornalieri: Maggio 20, 2021


Depurazione energetica.

Dopo il precedente post sulla tonalità scura, eccomi, forse sono arrivato a quella che mi piace definire "depurazione energetica".

C'è bisogno di respirare un'aria nuova, cambiare alimentazione energetica, prendere distacco da ciò che inquina il nostro interiore ed esteriore.

C'è aria di mare, c'è aria di sogni qui. Il mio benessere è interiore, indipendentemente dai limiti e dalle energie imposte fuori.

Ritrovo le mie energie, io stesso divento energia ed in un profondo respiro "mi perdo" in questo bianco ed in questi colori.

 

 

Vacanza, libertà leggerezza!

Mi ritrovo nella natura: sabbia, azzurro, mare, verde, colore, sole.

Brillano i momenti più magici, una barriera protegge il mio mondo e questa negata felicità che brucia a chi invece invoca il male e la distruzione.

Vacanza!

 


Ho bisogno di magia!

Quando tutto è un po' spento,
quando ti senti perso o assorbito da un ambiente che senti non rispecchiare quello che veramente sei,
hai bisogno di lei che ti venga a trovare: la magia!

Si accende quel volto che non ti saresti aspettato: lì, sulla porta di quella stanza, dove ti senti abbandonato ad un destino che non ti rispecchia! 

Prendimi per mano e voliamo via!
Questo posto è solo un posto senza magia, quel posto è solo un posto senza magia,
la magia è dentro, la crei tu ed io uniti insieme e così sono qui per te!

Prendimi per mano e voliamo via, adesso.
Prenditi una pausa...

Prendo "un razzo" verso altre dimensioni.

Si ferma l'orologio che batte e che consuma il tempo,
si apre un portale e la magia ha inizio.

***

"Andiamo, suvvia, prendimi per mano" -  dice quella voce che attende sulla porta.
"Sono in tanti ad aver bisogno di andar via ma oggi sei tu il fortunato".

Voglio allontanarmi dal fuoco che brucia e trovare freschezza,
voglio allontanarmi dal troppo freddo e trovare il giusto calore.

Volare attraversando l'arte e la magia!
Allontanarsi dai rumori della gente, "dalla tua monotonia".

Cerco magia, la magia che sfugge agli adulti,
a coloro vestiti di nero e di grigio e con la 24 ore.

Voglio cambiare quello che vedo e sento,
la città vista da una nuova luce.

L'importanza di un'attesa, di aver detto tanti no.
Vorrei dirti tante cose e altrettante forse no.
Di sicuro non ho perso mai la bellezza della vita.

Ma guarda la città, da qui si illumina, è unica,
mi sembra quasi di sfiorare il mare,
sospesi in tutta questa libertà.

Ho capito tante cose, dalla mia malinconia,
da un incontro e da un addio,
da un sorriso da chi spera e chi ha perso dentro sé.

Ti sembra quasi di volare,
di tuffarsi nudi nell'immensità.